AGRITURISMI, “IL MARCHIO “PRODOTTI DI MONTAGNA” POTRÀ ESSERE OFFERTO IN AGRITURISMO NELL’AMBITO DEI PRODOTTI DI ORIGINE AGRICOLA”

17 maggio 2020

“Oltre a poter cucinare cibo d’asporto o da consegnare a domicilio, gli agriturismi lombardi avranno da oggi meno difficoltà a reperire le materie prime. I prodotti che hanno ottenuto il marchio “Prodotti di montagna” potranno infatti essere offerti in agriturismo nell’ambito dei prodotti di origine agricola. Questa scelta è sicuramente un aiuto concreto per sostenere tutti gli agricoltori di montagna, per venire incontro alle necessità degli agriturismi, che purtroppo stanno attraversando un periodo di difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria, e per valorizzare ancora di più le piccole produzioni di eccellenza dei nostri alpeggi”. A dichiararlo il Consigliere Segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale della Lombardia Giovanni Malanchini, relatore lo scorso anno della nuova legge regionale sugli agriturismi e sul florovivaismo. “La proposta è arrivata dalla collega Simona Pedrazzi che, attraverso un emendamento specifico e in accordo con l’assessore all’Agricoltura Fabio Rolfi, ha chiesto di modificare la norma che “imponeva agli agriturismi di utilizzare, in percentuali variabili tra le aziende situate in collina o in pianura e quelle in zone svantaggiate di montagna, una parte di prodotti propri o acquistati da altre aziende agricole”, al fine di inserire questa possibilità importante per le produzioni montane”. Oltre a questa scelta approvata nell’ultimo Consiglio regionale, Regione Lombardia sta pensando a un ulteriore piano di rilancio per i prodotti di montagna attraverso l’elaborazione di un bando che potrebbe concretizzarsi entro la fine dell’anno con incentivi economici per chi scegli di investire sul marchio “Prodotti di Montagna”.

 

Modulo di iscrizione

  • Facebook
  • Instagram

©2020 di giovannimalanchini