AREE INTERNE, ATTRATTIVITÀ TERRITORI CON ‘AGENDA DEL CONTROESODO’

25 novembre 2021

Ci sono anche le Valli orobiche tra le 13 aree interne individuate da Regione Lombardia nell’ambito della “Agenda del Controesodo”, nell’ambito dell'approvazione, da parte della Giunta, dello schema di accordo di collaborazione con il Dipartimento di Architettura e studi urbani (Dastu) del Politecnico di Milano. A carico di Regione Lombardia una spesa di 200.000 euro. Al progetto sono interessate le seguenti zone:
- Valle Seriana e Val di Scalve (42 Comuni, 139.983 abitanti);
- Valle Brembana e Valtellina di Morbegno (62 Comuni, 88.357 abitanti);
- Laghi Bergamaschi e Sebino Bresciano (47 Comuni, 132.671 abitanti);
- Lario Orientale-Valle San Martino e Valle Imagna (41 Comuni, 136.382 abitanti)
“L'obiettivo di Regione Lombardia è la costruzione di un'azione di sistema che possa dare concretezza alle richieste dei diversi territori di sentirsi protagonisti di una nuova stagione di crescita sociale ed economica, a regia regionale e da costruire con le comunità locali coinvolte – ha dichiarato l’assessore agli Enti locali e alla Montagna, massimo Sertori - Alla base, infatti, c'è la profonda volontà di promuovere uno sviluppo sostenibile e integrato dei territori, che sia capace di rilanciare il tessuto produttivo e, allo stesso tempo, di aumentare la qualità della vita delle persone”. 
 “A distanza di pochissimi mesi, Regione dà seguito in maniera concreta all’approvazione della strategia regionale dedicata alle ‘aree interne’, approvata dal Consiglio a luglio e dotata di uno stanziamento iniziale di 20 milioni di euro - ha spiegato il consigliere regionale Giovanni Malanchini, segretario dell’Ufficio di presidenza - E’ l’ennesima dimostrazione dell’attenzione che Regione Lombardia ha anche per i territori più periferici e lontani da Milano e in particolare per le nostre vallate, nelle quali sono stati investiti in questi anni più di 100 milioni di euro per le sole infrastrutture”. 
Ogni Area interna sarà chiamata a predisporre un documento di strategia territoriale di sviluppo locale. E, al fine di garantire, ai territori un supporto strategico, Regione Lombardia collaborerà anche con Anci, quale centro di competenza che potrà offrire un supporto di tipo strategico - specialistico nella predisposizione e nell'attuazione delle strategie.