Ciclovia Bergamo Brescia, approvato Ordine del Giorno al bilancio regionale per cofinanziamento di 6 milioni di euro

27 luglio 2021

Sei milioni di euro da parte di Regione Lombardia per cofinanziare la ciclovia culturale Bergamo-Brescia, in previsione di completamento per il 2023: è quanto chiede ufficialmente alla Giunta lombarda un ordine del giorno approvato oggi dal Consiglio regionale e sottoscritto dai consiglieri della Lega, il capogruppo Roberto Anelli e il segretario dell’Ufficio di presidenza, Giovanni Malanchini.
“Il progetto della Ciclovia culturale è di importanza strategica per il rilancio del turismo lombardo in vista della ripartenza post Covid, ed è un percorso pensato per diventare il collegamento non solo ideale tra le due città che saranno le Capitali della Cultura 2023, ossia Bergamo e Brescia – spiegano i due consiglieri - A partire dai tanti siti già patrimonio Unesco, come le mura venete di Bergamo e Santa Giulia e il Capitolium di Brescia, diventerà una linea simbolica e materiale di 75 chilometri, collegata per di più a un gran numero di piste ciclabili già esistenti, come quella dedicata a Felice Gimondi e inaugurata solo alcune settimane fa. Grazie a questo ordine del giorno che impegna la Giunta per 6 milioni di euro, il Consiglio regionale ha dato oggi un nuovo e concreto impulso a questo bellissimo progetto”.
Il percorso principale, di 75 chilometri, partirà da Bergamo per proseguire verso l'aeroporto di Caravaggio e Seriate, costeggiando il Serio, quindi passando a Brusaporto, Costa di Mezzate e Montello, Gorlago, Carobbio degli Angeli, Chiuduno, Grumello del Monte e Castelli Calepio, quindi sul lago d'Iseo a Sarnico per “sconfinare” infine a Paratico in provincia di Brescia, e da qui fino al centro storico del capoluogo. Complessivamente attraverserà 34 borghi, 6 parchi regionali o di interesse sovracomunale e una riserva naturale, ossia le Torbiere del Sebino.