PREMIO ROSA CAMUNA 2021 ASSEGNATO A CONFARTIGIANATO BERGAMO

21 aprile 2021

C'è anche Confartigianato di Bergamo tra i vincitori del premio “Rosa Camuna” del 2021. Il prestigioso riconoscimento che Regione Lombardia attribuisce ogni anno da 25 anni a persone e associazioni particolarmente meritevoli è stato attribuito alla più importante associazione di categoria che riunisce gli artigiani orobici per lo straordinario contributo dato un anno fa in occasione dell'allestimento dell’Ospedale da campo degli Alpini in Fiera a Bergamo. Lo annunciano i consiglieri regionali della Lega, il capogruppo Roberto Anelli e il Segretario dell'Ufficio di Presidenza, Giovanni Malanchini, ambedue membri della Commissione giudicatrice che ha avuto il compito di selezionare e valutare le tante segnalazioni e candidature giunte dal territorio.
“E’ con grande convinzione che abbiamo sostenuto la candidatura di Confartigianato per l’edizione 2021 della ‘Rosa Camuna’ ed è con grande orgoglio che oggi vogliamo renderlo noto – spiegano i consiglieri regionali – Il contributo che i volontari di questa associazione hanno dato nell’accendere una speranza nella comunità bergamasca nell’ora più buia della pandemia è stato qualcosa di straordinario, che merita di essere conosciuto da tutti. Nessuno quanto queste straordinarie persone merita il riconoscimento ormai più che ventennale di Regione che, lo ricordiamo, viene attribuito a chi si è distinto ‘per coraggio, impegno, operosità e generosità e che hanno contribuito allo sviluppo economico, sociale, culturale e sportivo della Lombardia’”.
“Il contributo dato alla comunità dagli artigiani bergamaschi in termini di professionalità, dedizione, generosità e sacrificio è stato ed è infatti senza eguali e non solo in questo ultimo drammatico anno di emergenza sanitaria – concludono Anelli e Malanchini – E’ grazie anche al loro lavoro e alla loro presenza in tutti i campi del sociale che Bergamo e la Lombardia tutta possono vantare le eccellenze sociali, economiche ed artistiche che tutto il mondo ci invidia”.